“SONO UN CONSUMATORE E VOGLIO PARLARE CON QUALCUNO CHE NON MI GIUDICHI”

 

Consulenze psicologiche al Java

 

Uno sportello di consulenze psicologiche per consumatori con le seguenti caratteristiche:

 

- bassa soglia di accesso

-- non si rivolge alla tossicodipendenza di strada in senso più classico

-- non si pone l’obiettivo dell’astinenza nel rispetto delle scelte dei consumatori(stabilizzare/ridurre o bloccare il consumo) 

-- non esiste un programma predefinito ma gli obiettivi vengono costruiti ogni volta con le persone (dove ti trovi al momento/dove vuoi andare/come puoi andarci)

-- approccio flessibile e non giudicante

 

Le consulenze possono essere richieste attraverso appuntamento telefonico, mail o Facebook e hanno la caratteristica di dare una risposta rapida, con personale specializzato con conoscenze specifiche e incontri individuali di durata variabile. Hanno anche l’obiettivo di facilitare l’accesso ad altri servizi (soprattutto Ser.T)

 

I bisogni maggiormente espressi da parte di chi chiede una consulenza sono:

 

- richiesta di informazioni su come gestire/controllare effetti delle sostanze

- “sono un consumatore e voglio parlare con qualcuno che non mi giudichi”

- amici/fidanzati/genitori preoccupati per il consumo eccessivo di qualcuno che chiedono consigli su come comportarsi

- “voglio stabilizzare/ridurre/bloccare il consumo di una determinata sostanza”

- stati d’ansia

- dubbi su effetti a lungo termine di sostanze ritenute più pesanti e paura di sviluppare una dipendenza (in ragazzi alle prime esperienze)
- ragazzi che già in passato avevano usufruito di consulenze al Java per problemi di tipo più relazionale che ora si trovano alle prime esperienze di consumo e vogliono capire per quale motivo stanno scegliendo di consumare

- Consumatori che si rivolgono periodicamente al servizio nei momenti di crisi (consumo eccessivo/problemi di tipo personali)

- persone che hanno fatto il loro percorso con le sostanze, hanno deciso di smettere, ma trovano difficoltà a gestire quelli che spesso definiscono “vuoti emotivi”

 

Il modello di consulenze del Java sta assumendo sempre più la caratteristica di uno spazio di supporto dove i consumatori in difficoltà possono ritornare anche per brevi colloqui o per focalizzare qualche aspetto importante in quel determinato momento di vita. Il servizio intercetta domande e bisogni altrimenti non raggiungibili dai servizi e li orienta a seconda del bisogno.

 

L’idea di aprire uno spazio di consulenze psicologiche rivolte ad adolescenti consumatori e non all’interno del Centro Java è nato dall’esperienza degli operatori che lavorando all’interno dei progetti notturni come Extreme ed Interzone hanno sempre più spesso incontrato consumatori nel mondo del divertimento notturno che richiedevano informazioni su come gestire effetti, che manifestavano un bisogno di maggiori informazioni e di spazi personali di confronto.

Scrivi commento

Commenti: 0